stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Vottignasco
Stai navigando in : Territorio e cultura

Cenni storici

Il MunicipioIl primo insediamento di Vottignasco risale al IX secolo e si trovava nella zona del Castello.

 

Del comune di Vottignasco si trovano cenni già nel "Cartario di Staffarda" del 1200. In questi antichi scritti si trova il nome di "GAUTIGNASCO - VALTIGNASCA - VOTIGNASCO -VALTIGNASCO e VANTIGNASCO". Il nome, probabilmente, è di origine celtica ,visto il suffisso finale "asco".

 

Al nome di Vottignasco si vuole attribuire anche un'origine latina, "vitis" o "vitigenus", per indicare un luogo coltivato a vite. Molti abitanti di oggi ricordano che in un recente passato vi erano molti terreni coltivati a vite, con "topie" o "pergolati" nei cortili e alteni nei campi. Accenni alla coltura viticola si trovano anche negli statuti locali.

 

La Scuola elementareNel XII secolo, come il resto del Piemonte, il territorio del comune di Vottignasco, era coperto di boscaglia, foreste, gerbidi e paludi, dove vivevano molti animali selvatici (orsi, lupi, ecc.). Più tardi le terre vennero bonificate con l'aiuto dei monaci benedettini del Monastero di San Pietro di Savigliano, che misero a coltura i terreni strappati alle sterpaglie, insegnando agli abitanti della zona la tecnica della coltivazione agraria, contribuendo così anche a mitigare la miseria e le pestilenze che tormentavano gli abitanti del luogo, e introducendo i primi germi del cristianesimo.

 

Il monaco deputato a sovrintendere ed insegnare il lavoro dei campi, era concesso dall'abbazia di Savigliano e veniva chiamato "graciere".
La presenza dei monaci benedettini a Vottignasco è tutt'ora testimoniata dalla via Annunziata che, nel XV secolo, diventò una delle vie principali del caratteristico quadrilatero fortezza.

 

La ParrocchiaDurante il XIV secolo il villaggio si spostò lungo la strada che conduce a Villafalletto in prossimità dell'incrocio con la strada proveniente da Centallo, chiamata oggi via Mattona. Durante il XVIII secolo questo insediamento venne poi abbandonato e furono distrutte le due chiese ed il cimitero che vi si trovavano, .

 

Fino agli inizi del XV secolo la popolazione di Vottignasco consisteva in circa 12 famiglie per un totale di circa 60 persone. Il territorio si estendeva per 8,5 Kmq, come è ancora al giorno d'oggi.

 

Vottignasco è costituito anche da un'unica frazione chiamata Tetti Falchi. Le sue origini risalgono al XII secolo. Il nome può essere collegato a quello di "tectum"o "tecta" che all'epoca indicava una dimora temporanea o una stalla fienile. Erano utilizzate dai contadini per immagazzinarvi fieno e legname. Diventarono dimore stabili nel 1300.

 

Il nome "Falchi" probabilmente deriva dal cognome "Falco" di una famiglia del luogo oppure dal rapace omonimo.

   Il Territorio
Comune di Vottignasco - Via Roma, 29 - 12020 Vottignasco (CN)
  Tel: 0171.941023   Fax: 0171.941228
  Codice Fiscale: 83001130042   Partita IVA: 01894270048
  P.E.C.: vottignasco@postemailcertificata.it   Email: info@comune.vottignasco.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.